Starter Kit: occorre prima capire il tipo di tiro più adatto

La sigaretta elettronica oggigiorno è il dispositivo maggiormente utilizzato da tutti i fumatori che vogliono smettere di fumare in tutta serenità e togliersi il vizio del fumo è importante per la propria salute e per quella di chi ci sta vicino. Ma per riuscire nel proprio intento, la prima cosa da fare è scegliere correttamente la sigaretta elettronica più adatta alla proprie esigenze. Bisogna chiedersi: cosa cerca il fumatore nella sigaretta? La nicotina, in primis. E quella ce l’abbiamo. Il tiro, la boccata, la nota…ognuno la chiama in modo diverso ma quello che rende tanto difficile staccarsi dalle bionde è proprio quello, la gestualità, la sensazione di avere del fumo in bocca da aspirare ed espirare. Proprio per questo motivo consigliamo caldamente di non iniziare con un atomizzatore di tipo polmonare ma bensì sceglierne uno di guancia (per un maggiore approfondimento sulla diversità dei tiri ti consigliamo di leggere questa guida). Diffidate da chi vi dice che un sistema vale l’altro, parliamo per esperienza diretta, sia sul campo, sentendo e ascoltando giornalmente le sensazioni dei nostri clienti e anche perché siamo stati anche noi fumatori, magari anche di quelli accaniti!

Starter Kit: un modo semplice per iniziare a svapare

Come dice la parola stessa, gli Starter Kit sono delle sigarette elettroniche che vengono fornite in kit completo, composto da atomizzatore e corpo batteria (spesso una Box Mod). Data la loro praticità sono adatte anche agli svapatori meno esperti e soprattutto a chi si avvicina a questo fantastico mondo per la prima volta. Se ne trovano di diverse tipologie in commercio e spesso risultano molto più convenienti di un kit composto ad hoc dallo svapatore. Inevitabilmente hanno anche dei limiti: in alcuni modelli non è possibile sostituire l’atomizzatore, magari con uno più performante o con caratteristiche diverse; altre, invece, hanno la batteria integrata e quindi in caso di guasto della stessa è necessario sostituire tutto il kit o comunque la Box Mod per intero. Degne di nota sono sicuramente le più recenti Pod Mod, particolari sigarette elettroniche che si contraddistinguono per la loro dimensione estremamente compatta e molto pratiche nel loro utilizzo, grazie anche ad un sistema di ricambi rapido ed intuitivo.

kit-tigon-aspire-01

Scelte per te...

Pod Mod: un sistema nuovo, compatto ed efficace.

Come anticipato, le Pod Mod sono delle particolari sigarette elettroniche che fanno della praticità il loro punto di forza. Sono compatte, talvolta non più grandi di un portachiavi. Ma non hanno nulla a che invidiare anche ai prodotti più generosi, soprattutto in ambito di qualità del tiro e soddisfazione nello svapo quotidiano. Vengo spesso utilizzate come muletti oppure quando, per esigenze di spazio, è richiesto un dispositivo tascabile nel vero senso della parola. Dopo il grande successo ottenuto negli Stati Uniti stanno velocemente prendendo piede anche nel Bel Paese e sono caratterizzate da cartucce monouso o ricaricabili, esclusivamente adatte ad un tiro di guancia e con capacità non superiore ai 2 ml, come previsto dalla normativa in materia.
L’unica pecca delle Pod Mod, in continuo miglioramento, è data dalla batteria. Infatti, la capacità media di questo tipo di dispositivi raramente eccede i 400 mAh, il che le rende non particolarmente longeve nell’utilizzo continuativo giornaliero anche se è sufficiente collegarle ad un qualsiasi caricabatterie con microusb per pochi minuti per raggiungere un buon livello di carica.

Main Menu